Non esiste un periodo dell’anno uguale per tutti per fare la manutenzione della caldaia. Non siete nemmeno costretti a farla ogni anno. Quando farla perciò? A ogni manutenzione il tecnico, come quelli di www.assistenzacaldaiebaximilano.eu, segna sul libretto della vostra caldaia (è obbligatorio per legge avercelo) la data del prossimo controllo. La sceglie in base alla salute della vostra caldaia chiaramente.

Se avete una caldaia non ci sono dubbi, sapete che periodicamente dovete svolgere la manutenzione. E’ la legge a imporvelo. Spesso si ritiene che le spese imposte per leggi sono brutte e non vogliamo sostenerle. In realtà molte di queste leggi sono fatte per la tutela nostra, altrui e dell’ambiente. Hai mai pensato a perché devi fare la manutenzione della caldaia e a quali rischi esponi te, la tua famiglia e le persone che abitano vicine, se non la fai?

La manutenzione periodica serve a capire che tutto funziona per bene, che non ci sono rischi. Se qualcosa inizia a funzionare male e il tecnico lo scopre subito, risolve il danno e evita anche conseguenze spesso fatali.

Non si parla quindi solo del rischiare una sanzione ma di pericoli effettivi per la vostra vita. Partiamo infatti dal pericolo di incendio. Secondo le statistiche non sono comunissimi ma accadono e, quando i tecnici dopo indagano sul perché, ecco che si vede come la maggior parte di questi dipendono da una cattiva evacuazione dei prodotti di scarto della combustione. Altre volte invece il problema dipende dalla dispersione di gas o ancora da una combustione insufficiente per via della poca areazione nell’ambiente. Può esserci poi anche il problema di combustione incontrollata.

C’è poi la fuoriuscita di monossido di carbonio che terrorizza, anche perché è inodore e perciò quando c’è una perdita non c’è modo di accorgersene. Mentre i gas prodotti dalla caldaia vengono chimicamente resi odorosi, il monossido di carbonio si insinua in casa e può provocare la morte di una persona in pochi minuti, anche da sveglia. L’unico sintomo è solo una progressiva spossatezza che non fa pensare al monossido di carbonio. La causa della fuga è il tubo di scarico intasato oppure la scarsa areazione.

Per concludere ci sono le esplosioni di gas sono abbastanza ricorrenti anche se fortunatamente è difficile che esploda la caldaia. Gli scoppi avvengono quando la miscela di gas e aria supera il limite di infiammabilità e l’ambiente non è adeguatamente ventilato.